immagine articolo

L'OSPITE DELLA SETTIMANA: ACHILLE DI CARLO - DIRETTORE VILLA LA MASSA A BAGNO A RIPOLI, FIRENZE

in Personaggi - il 16 Maggio 2016

Il magazine di Scuola Tessieri questa settimana ha incontrato un grande professionista, che nella periodica intervista del lunedì racconta prospettive e potenzialità del mondo dell'accoglienza italiana, con un particolare consiglio ai giovani Poco più che quarantenne ed un curriculum di grande prestigio iniziato a Roma, proseguito nel Chianti, e dallo scorso anno in questa nobile struttura appena fuori Firenze. Dopo aver completato gli studi alla Luiss Business School ho lavorato in grandi nomi dell'hôtellerie mondiale come il des Bergues di Ginevra, il Claridge's di Londra, il Louis XV di Montecarlo. Successivamente, sei anni come vice direttore all'Eden di Roma, ma l'idea di confrontarmi con location suggestive immerse nella campagna toscana mi ha sempre affascinato. Nel 2010 ho così accettato trasferirmi nel senese per andare a dirigere Borgo San Felice, un Relais&Châteaux nel cuore del Chianti di proprietà del gruppo Allianz, ma quando mi hanno offerto di dirigere questa splendida proprietà ho accettato immediatamente. Villa La Massa, membro di The Leading Hotels of the World, è di una bellezza architettonica incredibile e si trova in una location unica: all'interno del Chianti ed allo stesso tempo ad appena 15 minuti di auto dal cuore di Firenze.  La posizione sicuramente ci aiuta. Perché chi decide di soggiornare in questa dimora ha la possibilità di vivere sia a contatto con la campagna da cartolina che caratterizza queste colline, sia di raggiungere in pochi minuti uno dei centri storici più belli al mondo, visto che questa stupenda villa rinascimentale si trova ad appena 9 chilometri dagli Uffizi. Inoltre per chi sceglie Villa La Massa, c'è a disposizione per i nostri ospiti uno shuttle disponibile 7 giorni su 7, che collega ogni ora il nostro hotel a Ponte Vecchio. [caption id="attachment_9295" align="alignnone" width="960"]home_0000 Villa La Massa è un prestigioso hotel situato sulle sponde dell'Arno, a breve distanza dal centro di Firenze.[/caption] È questa la tendenza e la soluzione che funziona, che ritrova vincente attraverso i numerosi viaggi che compie per lavoro: in vacanza si preferisce sempre di più la comodità?  I business men di tutto il mondo che viaggiano per lavoro e soggiornano 100 giorni l'anno in hotel 5 stelle, quando sono in vacanza e scelgono l'Italia apprezzano un'atmosfera rilassata, décontracté come dicono i francesi. Per offrirgli quanto stanno cercando, visto che per l'economia turistica sono importantissimi anche per l'indotto che generano, dobbiamo offrirgli un servizio di alta qualità, materia prima eccezionale, un ambiente curato ma non troppo formale. Per quanto riguarda la cucina? Piatti preparati alla perfezione, cucinati con massimo tre ingredienti: stop, è tutto quello che cercano. Per quanto riguarda invece la ripartizione geografica, su quale tipo di clientela dovrebbe puntare l'Italia? Premesso che parlare di Italia come sistema è ancora prematuro, manca una cabina di regia, e la politica turistica è regionale invece che nazionale. Per ritornare invece alla sua domanda i manager del turismo oggi devono puntare sull'Estremo Oriente, ancora più che sugli Stati Uniti, mentre purtroppo il futuro degli europei lo vedo poco roseo. In parallelo il consiglio che vorrei dare a chi si affaccia a questa professione, va in questa direzione: viaggiate, imparate le lingue, e non fatevi intimorire dagli spostamenti, così facendo troverete una vostra dimensione ed un lavoro a dispetto di una qualsivoglia crisi economica locale.

Condividi l'articolo

Hai trovato l'articolo interessante? Lascia un commento

Articoli correlati