immagine articolo

Vincenzo Tiri, il Maestro del Triplo impasto

in News - il 09 Dicembre 2019

Articolo di Lorenza Dalla Pozza

Dal Giappone all’America, tutti impazziscono per il suo specialissimo Panettone, che ogni anno conquista nuovi premi, sia in Italia che all’estero: il successo di Vicenzo Tiri è il risultato di una storia fatta di rispetto per le tradizioni, innovazione e creatività, ma anche passione infinita, tecniche rivoluzionarie e spiccata capacità imprenditoriale. Oggi è consulente per importanti aziende dolciarie nel mondo e docente presso selezionatissimi istituti di formazione in Italia, tra cui Scuola Tessieri, oltre che prezioso componente del Team Noalya Cioccolato Coltivato.

Nello storico laboratorio di Acerenza, in provincia di Potenza, fondato nel 1957 dal nonno, Vincenzo Tiri è cresciuto e ha imparato a lavorare il lievito madre; dopo un’esperienza di sei mesi al fianco del Maestro Rolando Morandin e numerose esperienze all’estero, è rientrato nella sua Basilicata, deciso a realizzare la propria idea di pasticceria: un concetto unico e straordinario, da alcuni giudicato “al limite della follia”. Qui si propongono unicamente dolci lievitati, con lievitazione naturale: dai biscotti alle monoporzioni, fino ai grandi lievitati, persino i cioccolatini ripieni di panettone. Alla fine di ottobre del 2018 ha aperto il suo Tiri Bakery & Caffè, a Potenza, con annesso laboratorio di 170 mq: qui il lievitato è perfetto, destagionalizzato, offerto in ogni momento del giorno e soprattutto declinato in infiniti gusti, varianti e abbinamenti.

“Ho deciso che questa sarebbe stata la mia strada fin da piccolo” – racconta Tiri – “La zia ci portava il panettone da Pinerolo per le feste di Natale e questo gesto mi ispirava condivisione e unione familiare. Il nonno produceva già allora ad Acerenza prodotti a base di paste lievitate, ma non panettoni. Dopo il mio rientro in Italia e le esperienze come consulente per le grandi industrie dolciarie, ho deciso di sviluppare nella mia terra il mio innovativo concetto di pasticceria. Sapevo che non sarebbe stato facile riuscire a trovare un equilibrio tra creme e prodotti lievitati: dopo tanti studi e innumerevoli prove finalmente il risultato è arrivato”.

Oggi Tiri produce circa 40.000 panettoni all’anno (inizio produzione a metà novembre, shelf life 40 giorni), apprezzatissimi in tutto il mondo e consegnati via aerea anche in America e nel Sol Levante (dove vengono venduti a un prezzo corrispondente a 180 euro cadauno).

“Il mio panettone è diverso da quelli milanesi o torinesi, che notoriamente prevedono due impasti: ho scelto di applicare una mia tecnica di triplo impasto, e il risultato è molto apprezzato dai clienti, perché risulta molto morbido e profumato. La nostra offerta prevede tre tipi di panettone (tradizionale, caffè e cioccolato bianco, caramello salato) più un quarto sempre nuovo: per questo Natale abbiamo scelto di proporre il panettone con albicocca, bergamotto e cioccolato.

Puntiamo decisamente sull’alta qualità, con una selezione accurata e rigorosa della materia prima: farina biologica macinata a pietra, uova fresche di galline allevate a terra in Italia allo stato brado, burro di affioramento di panna francese e belga, zucchero di canna italiano, olio extravergine di oliva lucano, pistacchio di Stigliano, albicocche del metapontino, mele lucane, lampone, cedro di Diamante, arancia staccia lucana, caffè artigianale, miele di acacia biologico, sale integrale di Cervia…. La candidatura è un altro nostro punto di forza: la frutta viene sbucciata a mano e lavorata direttamente per non perdere la sua caratteristica aromatica. Il processo avviene in vasche a cielo aperto, con un procedimento di diverse settimane che permette di mantenere intatti gli oli essenziali”.

Se non lo avete già acquistato, non sarà facile per questo Natale accaparrarvi e degustare lo straordinario e apprezzatissimo panettone Tiri, già probabilmente “sold out”. Dopo l’evento “I Maestri del Panettone”, organizzato da Italian Gourmet, l’unica possibilità sarà ancora a Milano, il 14 e 15 dicembre, presso il Palazzo Bovara, per l’evento “Artisti del panettone”. Il Maestro Tiri e la sua straordinaria tecnica, assieme ad altri rinomati pasticceri lievitisti italiani, saranno inoltre tra i protagonisti della trasmissione televisiva in onda in questi giorni su SkyUno.

 

Condividi l'articolo

Hai trovato l'articolo interessante? Lascia un commento