immagine articolo

In partenza i corsi professionali di cucina e pasticceria: ecco a voi i 3 Maestri di Arte Culinaria di Scuola Tessieri

in News - il 21 Maggio 2021

Si chiamano Mario Ragona, Stefano Cipollini e Raffaele Musacco e sono i dei corsi professionali di cucina e pasticceria che inizieranno il prossimo 31 maggio.

Carichi di passione, dedizione, competenza e grandi doti relazionali, i docenti di scuola Tessieri non si stancano mai di ricercare, innovare e trasmettere sapere (e saper fare) agli aspiranti chef e pasticceri di domani.

Essere dei bravi maestri è un talento raro. Oltre ad essere pienamente padroni del proprio mestiere bisogna essere capaci di ascoltare e disposti a dedicare tutto il tempo necessario ai propri allievi. Un formatore che si rispetti, insomma, è fonte inesauribile di conoscenze, competenze e amore per la propria professione.

Ma conosciamo Stefano, Mario e Raffaele più da vicino:

Stefano Cipollini: docente e coordinatore didattico cucina

Dalle migliori cucine stellate ai banchi – e fornelli – di Scuola Tessieri. Dinamico, solare, dalla carica esplosiva, si starebbe per ore ad ascoltare tutto quello che ha da dire, e ne sa una più del diavolo! La cucina per lui non ha segreti e tutta la sua passione la trasmette ai suoi studenti, sempre con estrema naturalezza. Riesce a creare – e a far creare - piatti come delle vere e proprie opere d’arte.  Con lui si rimane sempre a bocca aperta… ma mai a bocca asciutta!

Mario Ragona: docente e coordinatore didattico pasticceria

Mille ne pensa e diecimila ne fa. Vanta premi riconosciuti a livello internazionale ed è un’insegnante da 10 e lode. Sempre di buon umore e con la battuta pronta, ma allo stesso tempo rigoroso, attento ed esigente, come ogni maestro pasticcere che si rispetti. Tra cioccolati, monoporzioni, lievitati e glasse si destreggia come un delfino nell’Oceano. Durante il suo corso le ore volano ma tecniche, conoscenza e saper fare restano per sempre.

Raffaele Musacco: docente di Merceologia ed Arte Bianca

Entusiasta, affabile, è un instancabile ricercatore di materie prime, che per lui sono come gemme preziose in mezzo al deserto. Quando le trova si trasforma in uno scultore d’altri tempi. La sua lunga esperienza lo porta ad essere sapiente e saggio con tutti: “Non dare del pesce a chi ha fame ma insegnagli a pescare” dice sempre. Come dargli torto. Perché imparare una ricetta quando puoi imparare a crearne una?

 

Condividi l'articolo

Hai trovato l'articolo interessante? Lascia un commento