immagine articolo

ALBERTO SPARACINO

Chef

 

Classe 1984, originario di Colle Val d’Elsa (SI), ha una formazione da geometra, ma fin da ragazzino ha frequentato le cucine dei ristoranti durante le stagioni estive, in primis al Cardinale di Colle Val d’Elsa, a fianco di Franco Sangiacomo. A 21 anni, abbandonati gli studi di Ingegneria, decide di dedicarsi completamente alla cucina, ed entra nella brigata di Gaetano Trovato da Arnolfo in cui lavorerà per tre anni in tutte le partite tranne la pasticceria, e dove nascerà l’amicizia con Matteo Lorenzini, che dura tuttora. In seguito, grazie a Sangiacomo, accede alla cucina del Barone Ricasoli, presso il Castello di Brolio, che guiderà per quattro anni e che gli permetterà di fare anche delle esperienze all’estero, in particolare da Daniel Bouloud a Manhattan (3 stelle Michelin) in cui l’impostazione francese e le influenze orientali saranno cruciali per il suo futuro. Dopo un passaggio al Colombaio di Casole d’Elsa, l’incontro con Lorenzo Di Paolantonio.

Condividi l'articolo

Hai trovato l'articolo interessante? Lascia un commento